logo-ictBusinessictBusiness.it  15/09/2015  Il system integrator italiano è entrato a far parte del Guardian Professional Services Partner Program dell’azienda nordamericana, ottenendo quattro certificazioni e diventando il partner dotato di maggiori competenze su F5 Networks in area Emea. http://www.ictbusiness.it

Guardian_ictbusinessPer le  aziende interessate alle soluzioni di sicurezza di F5 Networks, il system integrator più titolato ad aiutarle si chiama Aditinet Consulting. L’azienda, attiva fin dal 2004 e specializzata in progetti di infrastrutture di networking e di sicurezza, è appena entrata a far parte del Professional Services Partner Program di F5. E ha ottenuto ben quattro certificazioni: come Installation Provider, Application Security Provider, Advanced Implementation Provider e Advanced Security Provider. Queste specializzazioni rendono Aditinet il partner con il maggior numero di certificazioni e competenze sulle tecnologie F5 all’interno dell’area Emea.

Con l’entrata nel programma (che amplia la Partner Program Unity di F5 Networks), il system integrator può dunque proporsi come un partner affidabile per progettare, implementare, manutenere e ottimizzare le principali piattaforme, moduli e funzionalità di F5, inclusi F5 Big-IP, Local Traffic Manager, Dns, Application Security Manager e le soluzioni di Access Policy Manager.

“Aditinet fornisce le migliori soluzioni di sicurezza e infrastruttura It”, ha affermato il Cto dell’azienda, Luigi Chignola, “assicurando un portfolio completo di servizi per le grandi aziende e gli Internet Service Provider. F5 si configura come un vendor forte nell’offerta di Aditinet, con implementazioni in tutti i segmenti di attività e l’ingresso nel Guardian Professional Services Program di F5 ci garantisce accesso a tutti i corsi e training e alle best practice necessarie per assicurare ai clienti i benefici forniti dalle performanti tecnologie F5”.

“I nostri specialisti lavorano a stretto contatto con le aziende per garantire che i prodotti F5 siano configurati e resi operativi secondo le migliori practice per rete, applicazioni e specifiche di sicurezza”, ha concluso Chignola.