Una scarsa attenzione alle pratiche di sicurezza informatica e l’utilizzo di applicazioni rischiose consentono ad attacchi distruttivi worm-like di sfruttare gli exploit a velocità record. Lo sostiene Fortinet che, nel rendere noti i risultati del suo Global Threat Landscape Report, ha sottolineato come criminali siano sempre più concentrati sull’uso di strumenti automatici e intent-based per insinuarsi con un maggiore impatto sulla continuità del business.
Infrastrutture Crime-as-a-Service e strumenti autonomi di attacco consentono ai criminali di operare agevolmente su ampia scala.

Tuttavia, si sarebbero potuti in gran parte evitare se le organizzazioni avessero praticato una più costante “igiene” informatica. Purtroppo, i criminali IT stanno ancora riscontrando grande successo nell’utilizzo per i loro attacchi di exploit che non sono stati aggiornati e non hanno patch. Minacce come WannaCry si sono fatte notare per la loro velocità di diffusione e per la capacità di colpire un’ampia varietà di settori.