La Digital Transformation richiede l’innesto di nuove tecnologie in velocità, e l’automazione della rete si rivela virtuosa. Come superare la dicotomia tra rischi e benefici .

Juniper Networks ha commissionato a IDC una ricerca sullo stato delle strategie e dei progetti di automazione di rete nell’area Emea, con un approccio qualitativo sulle aspirazioni delle aziende per i prossimi due anni. La ricerca è stata condotta in Italia, Francia, Germania, Olanda, UK e Arabia Saudita su un campione di 600 aziende con più di mille dipendenti.

E’ evidente quindi una certa dicotomia, che abbiamo già evidenziato, tra rischi e benefici e ancora più interessante la consapevolezza per cui l’automazione della rete potrebbe non essere in linea con la strategie di trasformazione in azienda, quindi una sorta di preoccupazione per il disallineamento progettuale.

E’ IDC stessa  a sottolineare come la trasformazione digitale, quindi l’approdo alla cosiddetta Terza Piattaforma (cloud, mobility, big data e social), richieda l’innesto di nuove tecnologie, con velocità, scalabilità e sicurezza che spingono ad automatizzare i processi manuali di rete. Questo significa allineare capacità tecniche e obiettivi di business.