Se in questo momento un attacco attivo fosse presente all’interno della nostra rete, saremmo in grado di rilevarlo? E in quanto tempo? Quanto tempo e risorse vengono consumate nell’analisi di un numero sempre maggiore di eventi?

La protezione dei dati dall’esfiltrazione è oggi una priorità top. In una strategia completa per proteggere i dati, un punto di attenzione consiste nel minimizzare il tempo di rischio di esposizione all’esfiltrazione.

Per rispondere a questa necessità si stanno diffondendo soluzioni di tipo UEBA (User and Entity Behavioural Analysis). L’acronimo UEBA – coniato da Gartner Group e riconosciuto dal settore – indica una tipologia di soluzioni di sicurezza caratterizzate da:

  • analisi del comportamento in rete degli utenti e dei device da cui gli utenti operano
  • costrruzione di un modello statistico del comportamento di utenti e device, usando tecniche di “machine learning”
  • rilevamento delle anomalie, con possibilità di automatizzare azioni di verifica e rimedio

Aditinet ha svolto un ruolo di pioniere nello studio e nella diffusione di queste tecniche nel nostro mercato, selezionando e supportando la tecnologia LightCyber, di cui ha curato le prime installazioni in Italia.

Tra i punti di forza di LightCyber la modalità agent-less e la precisione nel rilevamento. Quest’ultima costituisce un punto chiave: LightCyber genera un numero basso di eventi a elevata significatività, preverificati in automatico e arricchiti da informazioni di contesto.

Il risultato è tangibile: un migliore rapporto tra numero di eventi da analizzare e di reali attacchi in atto – e in ultima analisi un aumento della produttività del team di sicurezza unito a un aumento dell’efficacia nella protezione dei dati.

Il miglior modo per conoscere la tecnologia LightCyber è vederlo all’opera. Contattaci per organizzare una sessione di test