Palo Alto Networks in posizione di attacco sul fronte SD-WAN e SASE

Palo Alto Networks aggiunge un elemento chiave nella sua offerta SASE con l’acquisizione di CloudGenix per la soluzione SD-WAN.

L’azienda di Nir Zuk e Nikesh Arora aggiunge un elemento chiave nella sua offerta SASE con l’acquisizione di CloudGenix per la soluzione SD-WAN.

Palo Alto Networks è certamente uno dei vendor IT maggiormente attivi in termini di innovazione ed attenzione ai temi del Cloud oggi nel settore della Cybersecurity. Lo abbiamo visto anche nel corso di questo 2020 con l’introduzione dell’approccio SASE alla Security. L’azienda adesso compie un passo ulteriore in avanti inserendo la tecnologia SD-WAN direttamente all’interno dell’offerta SASE attraverso l’acquisizione di CloudGenix, societa’ pure-play SD-WAN, ancora poco nota in Europa, ma con un’interessante presenza sul mercato USA.

COME SI È ARRIVATI ALL’ACQUISIZIONE DI CloudGenix E AL LANCIO DI UNA SD-WAN PALO ALTO NETWORKS

Agosto 2019: Gartner teorizza il modello SASE (Secure Access Service Edge). Nel novembre 2019, praticamente subito dopo l’annuncio Gartner, Palo Alto Networks, la cui strategia Cloud-First è chiaramente delineata già dal 2015, rende suo questo messaggio e all’evento internazionale “Ignite 2019” di Barcellona lancia al pubblico Prisma Access come servizio SASE, con un’importante azione di marketing.

Tra i vari casi d’uso di Prisma Access c’è la securizzazione di soluzioni SD-WAN, in particolare delle soluzioni basate su apparati branch leggeri, inadatti ad implementare localmente le piene funzioni NGFW.

Prisma Access era ed è integrabile con le principali tecnologie SD-WAN e Palo Alto Networks mette da subito a disposizione dei clienti pre-sets e deployment guide. Tra le tecnologie supportate figurava in quel momento una certa “CloudGenix”.

A metà 2020 la compagine guidata da Nikesh Arora si porta in casa proprio CloudGenix.

LE CARATTERISTICHE DI CloudGenix

CloudGenix è una tecnologia SD-WAN apprezzata per la semplicità di deployment e la facilità di utilizzo, con troubleshooting e tuning assistito dall’apprendimento automatico.

Il motore SD-WAN è solido e gestisce automaticamente in tempo reale la scelta dinamica del path ove indirizzare i flussi applicativi. Da segnalare anche il feature-set completo di analytics e reportistica.

CloudGenix possiede inoltre caretteristiche che lo rendono un complemento ideale per Prisma Access.

CloudGenix impiega apparati branch leggeri, di impostazione thin, con control e management plane nativamente cloud-based.

La scelta naturale è indirizzare la navigazione Internet delle branch servite da CloudGenix proprio verso Prisma che, agendo da Firewall-as-a-service, protegge gli utenti con lo stack completo Palo Alto Networks: URL Filtering, DNS Security, Threat Prevention, Wildfire sandboxing.Questo approccio permette a Palo Alto Networks di soddisfare ancora meglio aziende clienti con presenza distribuita sul territorio, come il mercato retail.

blank

Se consideriamo anche che Prisma Access può essere anch’esso gestito in modalità cloud-based, l’intera combinazione SD-WAN e Security può essere gestita senza alcuna componente di management on-premises.

Grazie a questa scelta strategica, oggi Palo Alto Networks è chiaramente in grado di offrire una delle soluzioni SASE più complete e sicure sul mercato, come riconosciuto da Gartner stesso nel “Magic Quadrant for WAN Edge Infrastructure 2020 – Forest, Lerner e Singh 20/9/2020”, dove l’azienda americana si posiziona come Leader.

STRATEGIA BIMODALE CON IL RUOLO DELLA SD-WAN NATIVA PANOS

C’è un ulteriore fattore da considerare. Sempre intorno alla fine del 2019, parallelamente quindi al lancio dell’offerta SASE, Palo Alto Networks introduce direttamente nei suoi next-gen firewall le funzionalità di SD-WAN con la versione PANOS 9.1.

Si tratta a nostro avviso di un approccio tipo bimodale da parte del Vendor.

Le aziende che dovessero scegliere i prodotti Palo Alto Networks per la propria SD-WAN sicura possono oggi decidere tra due alternative:

  • CloudGenix/Prisma Access per una SDWAN più flessibile, cloud-centrica e più adatta a nuove implementazioni;
  • SDWAN nativa in PANOS, per i clienti che sposano l’approccio detto “Secure SDWAN” con un next-gen firewall che eroga direttamente l’inoltro simultaneo su più link o in cui siano già presenti apparati Palo Alto Networks distribuiti nelle branches.

In Aditinet realizziamo progetti SD-WAN sin dall’introduzione di questa tecnologia nel mercato italiano e lo facciamo con un approccio multi-brand, offrendo quindi a ciascun’azienda la soluzione migliore rispetto alle esigenze.

Nello specifico delle soluzioni Palo Alto Networks, Aditinet rappresenta un punto di riferimento sia per il vendor e che per le imprese nel nostro Paese, avendo ottenuto le massime certificazioni tecniche ed essendo stati i primi promotori di questo brand più di 10 anni fa. Per maggiori informazioni sui nostri progetti “Secure SD-WAN” potete inviare la vostra richiesta di contatto a sales@aditinet.it.

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print

Articoli correlati

Non sei ancora iscritto alla nostra newsletter?

Torna su